I terreni dei Colli Euganei sono vocati alla vite sin dal X sec. a.c. quando i Paleoveneti della civiltà “atestina” introdussero per la prima volta questa coltivazione. A ripercorrere i luoghi di questa antica tradizione è stata istituita “La Strada dei Vini”, un’occasione imperdibile per ripercorre i luoghi prediletti di personaggi illustri come Petrarca, Goethe, Foscolo, Byron e Shelley, alla scoperta di antichi vitigni e pregiati vini. La Strada dei Vini, passando anche per le Terme Euganee, si snoda in suggestivi paesaggi da cartolina che alternano le perfette geometrie dei vigneti a suggestive viste su monumenti storici, castelli medioevali, ville rinascimentali, chiese, monasteri ed eremi tutt’ora abitati da monaci benedettini e camaldolesi. Sono originari dei Colli Euganei diversi ottimi vini, già esaltati a suo tempo da Petrarca e da Ruzante, molti dei quali sono oggi protetti dal marchio DOC.

Tra i vini rossi spiccano il Rosso dei Colli Euganei, il Cabernet Sauvignon, il Cabernet Franc, il Merlot, il Raboso, il Marzemino, il Corbinello e il Novello. Tra i bianchi si distinguono il Seprino, il Pinot, lo Chardonnay, il Pinello, il Tocai Italico, il Bianco dei Colli Euganei, il Moscato e il Moscato Fior d’Arancio. Per accompagnare questa ricca offerta di vini, la gastronomia locale propone il Prosciutto veneto “Berico-Euganeo” D.O.P. e l’olio extravergine di oliva Veneto “Euganei-Berici” D.O.P., i torresani di Torreglia, le castagne e marroni dei Colli Euganei, la giuggiola dei Colli Euganei, la ciliegia dei Colli Euganei e molti altri prodotti ancora.

Potrebbe interessarti anche:

Altri articoli per:Territori

Territori

Ancona a tavola

Ecco alcune perle della tradizione enogastronomica della provincia di Ancona, rigidamente in ordine alfabetico, non ...