Territori

La cucina della tradizione Veronese

Il territorio veronese offre numerose delizie che provengono dalla tradizione agricola, composta da prodotti tipici, freschi o lavorati, che negli ultimi anni hanno ricevuto sempre maggiori apprezzamenti con certificazioni di tipicità e tutela. Assolutamente da ricordare è il Vialone nano, uno dei migliori risi per risotto, le pesche di Pescantina, le ciliege della Valpolicella e della Val d’Illasi, i delicatissimi olii del Garda e delle Valpantena, le castagne della Lessinia, il sempre più apprezzato formaggio Monte Veronese, giusto per fare gli esempi più significativi. Una cosa che spesso sorprende i visitatori stranieri è il fatto che la cucina di Verona non è fondata sulla pasta, ma su polenta e riso, carne di cavallo o d’asino, con ricette tramandate da più di un millennio.Da ricordare sono il celebre Riso al tastasal, risotto con un gustoso impasto di carne di maiale; il Riso coi Bisi, riso bollito con i piselli, e il Risotto dell’Amarone, realizzato con il prezioso vino rosso della Valpolicella.

Pasta e Fasoi

Famosi anche la Pasta e Fasoi, gli gnocchi, squisito impasto fatto con patate, farina bianca ed uova, da gustare con sugo di pomodoro o con zucchero e cannella, il Bollito con la pearà, carne di manzo accompagnata da una salsa a base di pane grattugiato, formaggio, midollo, brodo e pepe nero, i Tortellini di Valeggio, noti anche con il nome di Nodi d’amore, realizzati con una pasta tirata sottile come la seta, tagliata e annodata come un fazzoletto, dopo averla arricchita con un delicato ripieno a base di varie carni.

Grande apprezzamento ha senza dubbio il Pandoro, il dolce natalizio per eccellenza, a base di farina, uova, zucchero e burro, che si contende il primato con il celebre Panettone di Milano. L’area circostante Verona gode comunque di grande notorietà internazionale soprattutto grazie al settore vitivinicolo, considerato il più importante del comparto agroalimentare veronese, basti considerare che, a livello provinciale, oltre il 40% delle aziende agricole si dedica alla coltivazione dell’uva da vino. I vigneti veronesi sono altamente specializzati verso la produzione di qualità, tanto che Verona dispone di dieci vini DOC e tre DOCG, tra l’altro ben differenziati tra di loro grazie all’utilizzo di vitigni autoctoni.

Potrebbe interessarti anche:

Altri articoli per:Territori

Territori

Ancona a tavola

Ecco alcune perle della tradizione enogastronomica della provincia di Ancona, rigidamente in ordine alfabetico, non ...